Testo: normale  molto grande  alto contrasto


"NIENTE SU DI NOI SENZA DI NOI" (Dichiarazione di Madrid - 2002)

Chi siamo


PRESIDENTE: prof. Vitaliano Ferrajolo
VICE-PRESIDENTE: dr. Giampiero Griffo
DIRETTORE GENERALE / PROJECT MANAGER: Vincenzo Di Giovanni



Relazione e curriculum della Lega Problemi Handicappati (LPH) onlus costituita il 29 aprile 1986

La LPH nasce come movimento spontaneo tra persone con disabilità intorno al 1978, periodo in cui si inizia a prendere coscienza che i disabili possono essere protagonisti in prima persona nella rivendicazione dei propri diritti di cittadinanza e di pari opportunità sociali a tutti gli effetti. Gli anni '70, infatti, hanno rappresentato per le persone con disabilità la primavera della presa di coscienza di possedere una identità, della possibilità di poter modificare un retaggio culturale diffuso che vedeva i disabili con occhio pietistico, considerati sempre e comunque come "malati", persone da assistere, da tutelare e in definitiva come un peso sociale che la collettività doveva sopportare.

Questo tipo di approccio alla tematica era molto radicato nella mentalità comune, in particolar modo nella nostra regione dove il pregiudizio, la cultura dell'ignoranza, l'arretratezza, condizionava non poco l'atteggiamento sociale e politico di intervento verso tali categorie.

Il rifiuto di delegare la rivendicazione dei propri diritti ad altri e di porsi personalmente come controparte verso le istituzioni per chiedere l'applicazione delle leggi allora in vigore (poche, vaghe e spesso non applicate) portò un gruppo di disabili della provincia di Caserta ad unirsi ad un movimento nazionale (Lega Nazionale per il diritto al lavoro degli Handicappati) sulla scia di un obiettivo comune: la riforma della collocamento obbligatorio.

Da quella mobilitazione generale si riuscì, tramite una raccolta di firme, a produrre una proposta di legge di iniziativa popolare, depositata in Parlamento, attraverso cui si proponeva la persona con disabilità in un ottica innovativa e che esaltava soprattutto l'aspetto delle sue potenzialità: è da questa proposta, pietra miliare per la riforma, che il Parlamento è partito per approvare, se pur con lentezza, l'attuale legge n. 68 del 1999 sul collocamento "mirato" dei disabili.

Figura di particolare rilievo e di carisma della LPH, che ha saputo, da allora e per 15 anni, con la forza del pensiero positivo e delle idee, coinvolgere e motivare le persone, è stata quella di Giampiero Griffo, già presidente della Federhand/FISH Onlus (Federazione regionale campana delle associazioni degli handicappati e delle loro famiglie), già presidente di DPI (Disabled peoples International) Europa e membro del consiglio mondiale, e rappresentante italiano nell'European Disability Forum.

Con l'esaurirsi della spinta per il raggiungimento dell'obiettivo per cui il movimento sorse, la LPH si costituì legalmente in associazione nel 1986, proponendosi come associazione di promozione e tutela dei diritti, in forma non settoriale, in difesa non solo dei diritti civili delle persone con disabilità, ma di tutte quelle categorie di persone a rischio di emarginazione sociale (p.es. pazienti psichiatrici). Non un'associazione limitata ai propri soci, ma proiettata alla diffusione e alla cultura del modello sociale della disabilità da veicolare attraverso l'informazione come strumento fondamentale per il riscatto sociale dall'emarginazione, rivendicando principi come la dignità, le pari opportunità, la non discriminazione, la partecipazione attiva in prima persona della persona disabile nelle politiche sulla disabilità, sulla scorta dello slogan "niente su di noi, senza di noi". Dal 1984 al 1990 ha fatto parte del gruppo di lavoro del provveditorato agli studi di Caserta per l'integrazione degli alunni con disabilità nelle scuole della provincia.

Tra il 1986 e il 1990 ha collaborato attivamente con il Centro Sociale del Dipartimento di Salute Mentale dell'USL n.15 di Caserta, organizzando manifestazioni, incontri, attività sportive, momenti culturali per gli utenti psichiatrici, ma soprattutto ha profuso un grosso impegno per la costituzione della coop. sociale "La nuova salute", organizzata tra utenti, che si prefiggeva lo scopo di garantire ai propri soci un lavoro dignitoso.

Col passare degli anni si è così specializzata nel reperimento di ogni notizia, progetto, legge, provvedimento che riguardasse la tematica disabilità e dell'emarginazione, rielaborando tali input in forma ragionata e proponendoli, attraverso operatori specializzati, all'utilizzo immediato dei diretti interessati, sia che fossero utenti, sia operatori del settore.

Tale lavoro, svolto in forma volontaristica con costanza, serietà, professionalità ed obiettività, da persone che ci hanno veramente creduto, ha avuto come sbocco la creazione di un servizio denominato CIDHa (Centro di informazione e documentazione sull'handicap) ed un riconoscimento ufficiale nel 1994, quando l'Amministrazione comunale di Caserta, riconoscendo la valenza positiva dell'iniziativa, decise di stipulare convenzione con la LPH per fornire informazione qualificata ai cittadini del capoluogo, conclusa nel 1996. Per questo servizio sono state utilizzate persone con disabilità, formate ed in condizione di offrire un servizio basato sul consulente alla pari, sul modello di esperienze europee e nord-americane. Durante questo periodo il CIDHa ha pubblicato nella sua collana Caracoles" due volumi (I percorsi dell'autonomia 1994 e Il circuito sulle barriere architettoniche - 1995) e numerosi set informativi (Regole standard dell'ONU, Diritti umani, Legislazione non-discriminatoria, Le ONG Internazionali, etc.).

La LPH, da sempre ispirata a principi di compartecipazione sociale, di democraticità e di coinvolgimento decisionale collettivo, per il superamento della faziosità categoriale, in funzione di una nuova visione delle rivendicazioni sociali viste sotto l'ottica dei bisogni comuni, e quindi trasversali, è stata ente promotore della costituzione di un organismo territoriale, denominato Comitato Comunale delle associazioni dei disabili, che racchiudeva nel proprio seno le associazioni presenti nel capoluogo casertano. La LPH riteneva, e in questo fu supportata anche da alcune associazioni, che la necessità di costituire un unico interlocutore nei confronti degli enti pubblici locali fosse l'unico serio modus operandi per riuscire a superare la parcellizzazione degli interventi assistenziali pubblici, spesso concessi "a pioggia", per motivi di incapacità di programmazione dei servizi o, peggio, per motivi di clientela politica.

La LPH si è sempre posta nel corso degli anni come elemento di stimolo e di promozione dei diritti di cittadinanza delle persone con disabilità e di altre persone discriminate o senza pari opportunità verso ogni Ente territoriale pubblico che avesse "competenza" ad intervenire nel sociale e/o nel sanitario per delega di legge (ASL, Regione, Provincia, Comune, Comunità montane, CCIAA, Provveditorato agli Studi, Università, ecc.), ma anche verso quegli organismi privati di rilievo sociale (sindacati, unione degli industriali, aziende di trasporto, privato sociale, ecc.).

Dal 1996 al 1998, per conto della Federhand-Onlus, ha ospitato le attività del progetto RISORSE nell'ambito del programma europeo Horizon, per la definizione di un modello di centri risorse legati all'empowerment delle persone con disabilità. In quell'occasione fu adeguata a norma CEE un'aula di formazione professionale per 12 postazioni informatiche presso la sua sede, tuttora idonea.

Nel 1998, e fino al 2000, grazie alla riconosciuta professionalità, si è aggiudicata la gestione del Servizio Informagiovani dalla Agenzia Giovani Provinciale (AGP) della Provincia di Caserta, integrato poi con un servizio intercomunale di Informahandicap. Con essa è stata partner in un progetto di formazione sui minori a rischio, denominato SISIFO, nell'ambito di progetti europei Youthstart.

Ha stipulato nel 2000 una intesa con il Comitato Scientifico di Ricerca della ASL CE1 di Caserta (ed a cui aderiscono i principali enti territoriali: Prefettura, Provincia, CCIAA, Unione Industriali) per collaborare alla riuscita di un progetto di inserimento lavorativo europeo relativamente le persone con disabilità, denominato Equilibrium, nell'ambito dell'azione comunitaria Horizon ed è stato partner ufficiale dello stesso Comitato nella progettualità di tipo sociale rivolta alle fasce deboli in un progetto comunitario Equal. Con tale Comitato è stata partner nella progettazione sulle buone prassi formative per disabili, nell'ambito dell'azione comunitaria White. è stata partner con Babele srl nel progetto europeo EVE.

È stata consulente dell'ASL CE1 per l'organizzazione di sportelli informativi settoriali sul territorio di Maddaloni e Caserta.

Nel 2001 ha organizzato scambi culturali con l'associazione di persone con disabilità ASPAYM di Oviedo (Spagna), autorizzati e parzialmente finanziati dalla Regione Campania, ospitandone una delegazione.

Nel 2001 ha collaborato in maniera informale con la Camera di Commercio di Caserta nell'organizzazione di corsi di formazione professionale di carattere informatico (grafica multimediale) destinati anche a persone con disabilità.

Ha partecipato come membro supplente alla commissione paritetica dell'ASL CE1 relativamente la valutazione della qualità dei servizi sanitari territoriali.

Ha partecipato a titolo di volontariato col Centro studi Pegaso onlus del Centro di riabilitazione Antares di S. Marco Evangelista (CE) nella formazione degli operatori ai corsi di Assistente materiale ai minori e persone disabili su tematiche di rilevanza sociosanitaria per gli anni 2003/04.

Nel corso del 2001 ha tenuto conferenze di formazione in diversi istituti scolastici di ogni ordine e grado della provincia di Caserta sull'educazione alla diversità, indirizzate a tutti gli alunni, nell'ambito del progetto "Futuro 2000".

Nel dicembre 2001 presso il comune di Casapulla (CE) si è aggiudicata gara per la gestione di uno sportello H, spazio di consulenza sulla disabilità (nel campo del lavoro, sport, tempo libero, scuola, normativa, ecc.) rivolto ai cittadini e agli operatori del territorio locale, concluso nel dicembre 2002.

Nel 2002 la LPH ha ricevuto dal Comune di Caserta la dotazione di 2 unità in un progetto ex D. Lgs. 237/98, Reddito Minimo d'Inserimento, per espletare attività di supporto alla vita associativa.

Il CIDHa della LPH ha ricevuto nel 2003 dall'assessorato regionale alla cultura il riconoscimento di biblioteca di interesse locale, attraverso un apposito finanziamento. In data 3/3/2004 ha siglato protocollo d'intesa con Comando di Polizia Municipale di Caserta nel "Sistema integrato di controllo territoriale audio e video per l'intera provincia di Caserta" in relazione all'azione relativa la disabilità e la sicurezza stradale.

Nel 2005 ha organizzato per il II circolo didattico di Caserta un progetto di riqualificazione "estetica" e di vivibilità della scuola materna di via Barducci in Caserta denominato "curiamo l'ambiente", in collaborazione con i genitori e le istituzioni locali.

Nel 2004-2005, il suo CIDHa è stato scelto dalla Federhand-Onlus come centro pilota in Campania per la realizzazione di una banca dati sull'Universal design, nell'ambito del progetto nazionale della FISH "EmpowerNet". è stata partner capofila con altre associazioni di categoria di ambito locale relativamente la progettazione e l'organizzazione, ed in forma esclusiva per la gestione, di un progetto di Vita Indipendente ex legge 162/98 rivolto a disabili fisici e/o sensoriali in gravità nel comune di Caserta e Marcianise, finanziato dal Ministero degli Affari Sociali, negli anni 2005/06. Nell'ambito di tale progetto la LPH ha tenuto un corso di formazione agli operatori finalizzato a fornire gli strumenti tecnici operativi per la corretta attività del progetto. Dal febbraio 2006 a giugno 2009 ha elaborato progetto socio-assistenziale-educativo per le attività di centro diurno per disabili medio-gravi dell'associazione Progetto di solidarietà onlus di Caserta, relativamente le attività gestite dalla coop sociale Ability 2004 in convenzione.

Nel 2006 ha collaborato in maniera informale con la Camera di Commercio di Caserta e la coop Ability 2004 nell'organizzazione di corsi di formazione professionale di carattere informatico (progetto Nave scuola) destinati anche a persone con disabilità. Dal giugno 2006 è componente della Commissione provinciale per le politiche del lavoro di Caserta per l'inserimento delle persone disabili previsto dall'art.6 c.1 della legge 68/99.

Dal 2007 al 2009 ha la propria rappresentante all'interno della commissione provinciale delle Pari Opportunità nella Provincia di Caserta. Nel gennaio 2007 ha stipulato con l'Agenzia Giovani Provinciale una convenzione per l'apertura di uno sportello che fornisce alle persone disabili e agli operatori del settore uno spazio di consulenza, orientamento, informazione e tutela dei diritti delle persone disabili (nel campo del lavoro, sport, tempo libero, turismo, scuola, normativa, ecc.), conclusa a gennaio 2009.

La LPH è aggiudicataria del progetto "S.I.T.In." - servizi integrati per un turismo inclusivo nell'avviso pubblico - "promozione e sostegno alla realizzazione di progetti volti alla fruizione del mare da parte delle persone con disabilità" bandito con D.D. n.252 del 31/5/07 dalla Regione Campania, finalizzato alla mappatura della accessibilità degli stabilimenti balneari del litorale della provincia di Caserta, nel quale ha progettato e organizzato un corso di formazione agli operatori su cultura dell'integrazione sociale e dell'accoglienza turistica della persona con disabilità e 2 seminari formativi ad associazioni di categoria ed a tecnici e operatori pubblici.

Nel novembre 2007 ha stipulato protocollo d'intesa con l'IPSART di Aversa (CE) in materia di formazione e orientamento professionale per partecipare all'Avviso pubblico "art. 9 CCNL comparto scuola 2000-2005 - misure incentivanti per progetti relativi alle aree a rischio, a forte processo immigratorio e contro l'emarginazione scolastica" emanato dal MPI, alla misura 6 "bando per la presentazione di progetti di ricerca per l'innovazione tecnologica e didattica nell'uso delle nuove tecnologie per l'integrazione scolastica degli alunni disabili".

In data 21/12/2007 (rinnovato il 26/6/12 triennalmente) ha siglato un protocollo d'intesa sull'accessibilità e fruizione del grande attrattore culturale "Reggia di Caserta" sulla base dei principi di non discriminazione ed uguaglianza di opportunità tra la Soprintendenza Beni Architettonici e per il Paesaggio, e Patrimonio Storico Artistico Etnoantropologico di Caserta e Benevento, l'Ente provinciale del Turismo di Caserta, l'Agenzia Giovani della Provincia di Caserta e la coop sociale Ability 2004, nell'ambito del progetto SITIn.

Nel 2007-08 ha collaborato con la Federhand/FISH Campania e Protom spa di Napoli nell'organizzazione del corso di formazione agli operatori dei Centri per l'impiego della provincia di Caserta nell'ambito del POR 2000-06 per migliorare l'efficacia delle politiche attive del lavoro per la legge 68/99. E' stata partner della Soprintendenza BAPPSAE di Caserta e Benevento nella X settimana della cultura 2008 nel progetto "Servizio di Accoglienza, orientamento e introduzione alla visita del Parco per gli utenti disabili (SAP)".

In data 11/6/2008 ha siglato con l'Agenzia delle Entrate di Caserta un protocollo d'intesa per agevolare l'adempimento degli obblighi fiscali degli associati.

Il 25/9/08 la LPH, copromotrice con Ability 2004, ha vinto il 1- premio nazionale "Turismo accessibile" a Cecina, per il progetto S.I.T.In. per la creazione della rete di servizi integrati rivolti a persone con disabilità ed ad associazioni di disabili nella provincia di Caserta, patrocinato da Regione Toscana ed ENIT, nell'ambito della manifestazione Beta (Borsa Europea del turismo associato).

Con D.D. n.869 (BURC n.40 del 6/10/08) è iscritta nell'albo regionale della Campania degli Enti del Servizio Civile Nazionale in classe 4.

Ha ottenuto posizione utile in graduatoria (BURC 39/2009 D.D. 547 del 2009) relativamente il progetto di Servizio Civile Nazionale (legge 64/01) per 4 operatori, denominato "Informiamo il disabile", (come da GURI N-48 del 26/06/2009 - 4a serie speciale - concorsi ed esami).

È partner della commissione pari opportunità della Provincia di Caserta per il progetto "Donna e disabilità" finalizzato alla creazione di un forum sulla condizione delle problematica donna/disabilità/discriminazione, da aprile 2009.

Ha stipulato in data 22 aprile 2009 protocollo d'intesa con Assoartigiani Caserta per creare premesse di un lavoro coordinato e sinergie su obiettivi comuni, tra i quali, in special modo, disabilità, lavoro e formazione.

Ha redatto progetto "Una città che soddisfa le esigenze di tutti è una città accogliente per tutti" su Turismo accessibile e disabilità in provincia di Caserta (nell'ambito delle: Misura 4.6 Por Campania 2000/2006 - Infrastrutture e strutture complementari allo sviluppo dei sistemi turistici locali e degli itinerari turistici; Misura 2.1 Por Campania 2000/2006 - Promozione e valorizzazione integrata del sistema dei beni culturali; Obiettivo 1.d Por Campania 2007/2013 - Sistema Turistico) attraverso progettisti di propria fiducia e presentato attraverso la Provincia di Caserta.

Ha stipulato, nel mese di novembre 2009, convenzione con lo studio legale Carozza per la tutela dei diritti delle persone disabili in tutti settori della vita quotidiana.

Ha stipulato nel luglio 2009, protocollo d'intesa con Ist. Tecnico Industriale statale Giordani di Caserta per la gestione di uno sportello di ascolto sulla disabilità, nell'ambito del progetto Scuole aperte a.s. 2009/10, approvati dalla Regione Campania, attivo da aprile 2010, concluso a giugno 2010.

Dal 2009 è iscritta nell'albo delle associazioni tenuto presso il Comune di Caserta.

È partner promotore e coordinatore del progetto "Disabilità, giurisprudenza e web" con AIDO Maddaloni, ass. Umanità nuova di Alvignano, ass. Missione uguaglianza di Caserta, finanziato da CSV Caserta nel dicembre 2009, finalizzato alla costruzione di www.jusabili.org, primo portale verticale italiano sulla giurisprudenza e disabilità, nonché a creare il primo Osservatorio nazionale sulle sentenze in materia di disabilità.

Da novembre 2010 ad oggi coordina il portale nazionale jusabili.org, portale verticale sulla giurisprudenza e disabilità.

Ha partecipato con proprie risorse umane alla attività dell'associazione Umanità nuova onlus di Alvignano per il progetto di formazione "L'applicazione della 328/00", finanziato con il bando di idee 2009 da CSV Assovoce, in partnership con altre associazioni locali. Nell'ambito della XI settimana della cultura 2009, è partner con la Soprintendenza BAP di Caserta e Benevento, del progetto "Servizio di Accoglienza, orientamento e introduzione alla visita del Parco per gli utenti disabili (SAP)"; Ha creato ed organizzato, nell'ambito della XII e XI settimana della cultura 2010 e 2009, un evento denominato: "Caserta: Reggia e non solo. Itinerari e accessibilità", autorizzato dal MIBAC, in collaborazione con Soprintendenza BAP di Caserta e Benevento ed Ente del Turismo di Caserta, ottenendo il riconoscimento di evento di eccellenza tra quelli organizzati in ambito nazionale;

Nel febbraio 2010 ha siglato con l'associazione Giosef - Caserta lettera d'intenti per collaborare alle attività del progetto MA.N.O. (Managers of Non-Profit Organizations) nell'ambito del programma comunitario Leonardo da Vinci sulla formazione dei giovani, anche disabili, all'estero.

Nel marzo 2010 ha presentato alla ASIPS della CCIAA proposta formativa, da strutturare congiuntamente, su principi del mainstreaming nell'economia del turismo inclusivo.

A maggio 2010 è partner di ANAFIM Caserta e Circolo Vela Radiocomandata ASD per un progetto comune su sport, disabilità, scuola e formazione, presentato al comune di Caserta.

Partecipa alla rete della FISH Roma nel progetto nazionale "Sportelli" con il proprio servizio territoriale Jusabili.org, nell'attività di informazione e tutela dei diritti delle persone disabili a diffusione nazionale.

Ha ottenuto posizione utile in graduatoria (Regione Campania D.D. 438 del 30/7/2010) relativamente al progetto di Servizio Civile Nazionale (legge 64/01) per 4 operatori, denominato "Informiamo il disabile 2", (come pubblicato su GURI N-70 del 03/09/2010 - 4a serie speciale - concorsi ed esami).

È iscritta nella short list del CSV Assovoce Caserta dal 30 novembre 2010 quale ente formatore abilitato per le seguenti attività: a) costituzione di OdV; b) comunicazione sociale.

È iscritta all'Albo Regionale della Regione Campania dei soggetti abilitati, autorizzati e/o accreditati a partecipare al sistema integrato di interventi e servizi sociali, sez. A, cod. CEA0063 dal 10/1/11.

Dal gennaio 2011 è componente del Comitato tecnico presso la Commissione provinciale per le politiche del lavoro di Caserta, previsto a norma dell'art. 6 c. 2 della legge 68/99 e dell'art.31 c.4 della L.R. 14 del 18.11.09.

Nel 2011 è stata partner con l'associazione Siti reali onlus per la gestione dei laboratori didattici e della fornitura di guide turistiche al Belvedere di San Leucio per conto del comune di Caserta.

È partner della SCF s.n.c. Consulenza formazione, Ambito sociale C10, C8, C9 nella progettazione di percorsi formativi "Animatore sociale" e "Tecnico dell'accoglienza sociale", nell'ambito della partecipazione all'avviso pubblico Regione Campania Più competenze per gli operatori sociali, POR Campania FSE 2007/13 asse III.

Con D.D. 336 del 24/8/2011 ha ottenuto posizione utile in graduatoria (BURC n.57 del 29/8/11 e GURI 4a serie speciale n. 75 del 20/9/11) per il progetto di servizio civile "informiamo il disabile 3" per 6 operatori.

È partner della FISH - Roma in qualità di Ente territoriale di riferimento - sez. nazionale, nel progetto Sportelli in rete, con finalità di sportello informativo sui diritti delle persone disabili.

Nel 2012 è inserita tra le associazioni che svolgono attività culturali iscritte nell'albo della provincia di Caserta.

Da marzo 2012 è "antenna territoriale" nell'ambito di un progetto FISH/ACLI per conto dell'UNAR - Ufficio Nazionale Antidiscriminazione Razziale, della Presidenza del Consiglio dei Ministri - come unico sportello antidiscriminazione per la disabilità nella Regione Campania.

È ente formatore di 160 operatori del Ministero dei Beni Culturali della Reggia di Caserta nel periodo aprile/giugno 2012, in riferimento a tematiche su disabilità, diritti umani, turismo, accoglienza, beni culturali.

È iscritta dal 23.4.2012 al n. 293 del "registro delle associazioni e degli enti che svolgono attività nel campo della lotta alle discriminazioni" di cui all'art. 6 del D. Lgs. 9.7.2003 n.215, tenuto dall'UNAR - Ufficio Nazionale Antidiscriminazione Razziale - presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

A giugno 2012 ha stipulato protocollo d'intesa con Ept Caserta e Comune di Caserta su servizi informativi turistici per la disabilità da erogare nell'infopoint Reggia di Caserta, in collaborazione con Confesercenti.

Il 26 giugno 2012 ha rinnovato protocollo d'intesa con Soprintendenza BAP di Caserta e coop sociale Ability 2004 per migliorare l'accessibilità e i servizi di accoglienza delle persone disabili alla Reggia.

Da ottobre 2012 è aperta una sede periferica dell'associazione nel comune di Teverola (CE).

Ha stipulato intesa con coop Ability 2004, da novembre 2012, finalizzata a gestire progetto di socializzazione e ricreazione nell'ambito di attività ludo-agricole ed orto sociale in un'area verde concessa dal Comune di Caserta.

Nel novembre 2012 ha ricevuto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le politiche per la famiglia - (GURI Serie Generale - n. 271) "menzione speciale" nell'ambito del Premio "Amico della famiglia 2010", istituito con decreto del Sottosegretario di Stato alle politiche per la famiglia del 20 maggio 2011.

A gennaio 2013, è partner, con AISLO capofila, nella partecipazione al bando Giovani per il sociale con il progetto "live in Italy, Campania", per costruire e sperimentare iniziative, servizi e prodotti necessari per promuovere e sostenere la qualità della vita nei comuni di piccole dimensioni.

A marzo 2013 ha elaborato e presentato un progetto alla Seconda Università degli Studi di Napoli - Dipartimento di scienze politiche - (ora approvato) in partnership con DPI (Disabled People's International) Italia e ODCEC (Ordine dottori commercialisti) Caserta, per avviare un percorso di studi universitari in scienze politiche e scienze del turismo, riservato a persone con disabilità e/o lavoratori, per il quale la LPH è Centro servizi unico.

A marzo 2013 ha siglato accordo con Seconda Università degli Studi di Napoli e UNUCI (Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d'Italia sez. Caserta) per promuovere i corsi universitari tra le forze dell'ordine.

Con D.M. 13 marzo 2013 del Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali e del Dipartimento delle Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, la LPH è riconosciuta ente legittimato ad agire ai sensi dell'art. 5 d.lgs. 9 luglio 2003 n. 215 ed iscritta nel relativo registro nazionale.

Ad aprile 2013 ha presentato progetto di inserimento nella rete antidiscriminazione della Regione Campania.

Con D.D. n.309 del 18/6/2013 ha ottenuto posizione utile in graduatoria (BURC n.35 del 24.6.13 e D.P.C.M. del 4.10.13 GURI 4a serie speciale n. ) per il progetto di servizio civile "informiamo il disabile 4" per 5 operatori.

A settembre 2013 apre una sede periferica nel comune di Fiuggi (FR), iscrivendosi nell'albo comunale delle associazioni locali.

A dicembre 2013 presenta candidatura al MIBAC, dipartimento turismo, per competitor in un bando della Comunità europea per la selezione di tre soggetti italiani che hanno sperimentato percorsi di eccellenza nel turismo accessibile.

Nell'ambito de Maestri in Fiera, manifestazione sull'artigianato, tenuto a Pastorano il 14/12/13, interviene come relatrice nel Convegno: "L'artigianato: Risorsa per le diverse abilità" in collaborazione con Casartigiani.

Nel gennaio 2014 co-elabora il progetto "ZTL FREE", primo progetto italiano per superare la frammentazione dei database dei comandi di PM e garantire la libera circolazione nelle ZTL alle auto con persone disabili, e partecipa al bando di Edison dedicato alle Smart communities, denominato Edisonstart, sulle idee/progetti innovativi e nel marzo 2014 lo presenta al Prefetto di Caserta per promuoverlo sul territorio provinciale.

A febbraio 2014 concede patrocinio tecnico al Medity 2014, fiera dell'integrazione e sicurezza e domotica, che si terrà all'Expò di Pastorano (CE), partecipando in qualità di ente accreditato, unico autorizzato all'accoglienza e alla concessione degli ingressi per le persone con disabilità.

A marzo 2014 presenta progetto di rilancio del portale Jusabili.org, con il nuovo Direttore scientifico prof. Domenico Ruggiero, docente di diritto privato presso il Dip. Scienze politiche della Seconda Università di Napoli SUN, finalizzato a creare un polo di ricerca e studio sulle discriminazioni e disabilità, una rete di centri antidiscriminazione e formazione continua per legali.

A marzo 2014 apre il Servizio psicologico di presa in carico delle persone disabili vittime di discriminazione attraverso la collaborazione della d.ssa Olga Pennacchio, nonché di consulenza di medicina legale con la d.ssa Mariapia Sallusto.

A marzo 2014 collabora con il Comune di Caserta fornendo consulenza in accessibilità per il progetto finanziato di Centro Commerciale Naturale per la zona di piazza Mercato a Caserta e per esso crea e presenta la bipanchina Ability, acquistata in 3 esemplari.

A marzo 2014 aderisce al progetto GOALS - Governance for Achieving Local Strategies for tourism - finanziato dall'Unione Europea nell'ambito della cooperazione tra i territori nel Mediterraneo, in cui il partenariato è composto da rappresentanti di sette Paesi: Italia (attraverso l'Irvat, Istituto per la protezione e la promozione dei prodotti regionali della Campania), Palestina, Libano, Spagna, Giordania, Egitto, Grecia, finalizzato a definire di strategie orientate allo sviluppo del turismo nelle aree poco sviluppate.

Ad aprile 2014 organizza un progetto di riqualificazione urbana dell'area Monumento ai caduti a Caserta, con il M- Elvio Accardo e diversi alunni dell'ITS per geometri Buonarroti di Caserta.

L'8 maggio 2014 stipula protocollo d'intesa con Ente provinciale del turismo di Caserta e coop sociale Ability 2004 per migliorare accoglienza e incoming a persone con bisogni personalizzati.

A giugno 2014 è partner unico dell'organismo bilaterale (tavolo tecnico) con Soprintendenza Speciale del Polo Museale di Napoli, su tematica disabilità e fruibilità dei beni culturali.

A giugno 2014 la LPH organizza incontro congiunto tra CME Esercito - Caserta e Soprintendenza Speciale del Polo Museale di Napoli, da cui scaturisce volontà congiunta di costituire una convenzione per gestire un infopoint turistico per persone con difficoltà, destinando locali di area militare adiacenti alla Reggia di Caserta.

Il 14 luglio 2014 l'Istituto della Enciclopedia Italiana - Treccani pubblica link del progetto/portale su giurisprudenza e disabilità jusabili.org sulla propria opera multimediale online e redige accordo di cooperazione con LPH per implementare i contenuti di progetto.

A luglio 2014 stipula con II Università degli Studi di Napoli SUN protocollo d'intesa per l'accreditamento della sede e delle attività LPH in cui ospitare gli studenti universitari che svolgeranno i tirocini formativi previsti dai Piani di studio del Dipartimento di scienze politiche, nonché partnership su CFU destinati a studenti che svolgeranno per gli anni 2014/15 il SCN nel progetto della LPH denominato "informiamo il disabile 5".

Il 5 agosto 2014 il Comune di Caserta delibera di aderire alla proposta progettuale della LPH denominata "European Network Anti-Discrimination - Revolution project",, partecipando in qualità di lead applicant, (partner, oltre LPH: associazione Progress solutions, Italia; Scuola Romana Rorschach, Italia; Cerpa, Italia; Estonian Chamber of Disabled People, Estonia; Lithuanian Forum of the Disabled, Lituania; Accessibled Latvia, Lettonia; Municipalità di Velenje, Slovenia; TUS Foundation, Polonia), per la misura Europe for citizens 3.2.2, Reti di città, in materia di turismo accessibile, presentato il 1 settembre 2014.

Il 21 agosto 2014 la Seconda Università degli Studi di Napoli SUN approva convenzione triennale per tirocinio, formazione e attività di ricerca degli studenti, ai sensi dell'art. 18 legge 196/97, al n.209/14/T.

Il 28 agosto 2014 ottiene iscrizione presso Education and Culture Directorate-General and the Education, Audiovisual and Culture Executive Agency of the European Commission, al n. 936696312.

A settembre 2014 propone tramite associazione Create Connections Napoli 2 progetti di formazione di 80 ore su uso del software open source (non avviato) e su Contabilità (svolto), riservato a persone disabili iscritte nelle liste dei CPI, su richiesta di agenzia di lavoro interinale, diffuso dal sito della Provincia di Caserta.

A ottobre 2014 presenta proposte/relazione per il PUC del Comune di Caserta per rendere la città migliorabile dal punto di vista della accessibilità.

A novembre 2014 è partner nella presentazione di un progetto rivolto ai giovani denominato IAM, con partner capofila il Comune di Caserta e associazione Progress solutions, per la creazione di uno sportello Informagiovani innovativo, nell'ambito "ComuneMenteGiovane", avviso pubblico emanato dall'Anci.

A dicembre 2014 organizza tramite associazione Create Connections Napoli progetto di formazione di 80 ore su Export, riservato a persone disabili iscritte nelle liste dei CPI, su richiesta di agenzia di lavoro interinale.

A febbraio 2015 partecipa insieme all'ambito C2 a incontro organizzato da Regione Campania - Assessorato all'assistenza, organizzato tra gli ambiti di zona vincitori del bando su vita indipendente, finanziati da Min. Politiche sociali.

A febbraio 2015 è inserita nell'albo degli enti di formazione del CSV Assovoce Caserta alle sezioni "Comunicazione sociale" e "Gestione amministrativa delle OdV".

A marzo 2015 risulta collocata prima in graduatoria relativamente il progetto di SCN "informiamo il disabile 5", con Decreto Dirig. n.44 del 2.3.2015 ai sensi dell'avviso UNSC del 16.6.2014 (BURC ).

A marzo 2015 propone e presenta progetto UE DG Giustizia sul bullismo nelle scuole in partnership con Comune di Caserta, le scuole secondarie di primo grado Dante Alighieri - Caserta, Orta di Atella e Sessa Aurunca.

La LPH, al fine di essere aggiornata sugli orientamenti politici e legislativi centrali e locali, sulle esperienze nel campo socio sanitario prodotte nelle diverse realtà territoriali, di informare sui progetti e le iniziative svolte in Terra di lavoro, lavora in rete con una serie di Enti ed Organizzazioni, tra cui a livello nazionale:

CND - Consiglio nazionale sulla disabilità rappresentante italiano all'European disability forum

Federhand/FISH - Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap - Nazionale Roma,

DPI/Italia - Disabled people's international - assemblea italiana ed al Comitato Territoriale di DPI della Campania,

CERPA - Centro europeo di ricerca e promozione dell'accessibilità - Italia

ed a livello internazionale con:

European Disability Forum delle associazioni dei disabili europei, DPI - Disabled people's international Comitato Europeo - Londra

Caserta, marzo, 2015

Il Presidente
Prof. Vitaliano Ferrajolo

"NIENTE SU DI NOI SENZA DI NOI"
Sportello antidiscriminazione per la disabilità (Dichiarazione di Madrid - 2002)

Lega Problemi Handicappati onlus
associazione di tutela dei diritti delle persone con disabilità
Sede legale: via Ferrarecce, 121 - 81100 Caserta
Sede operativa: via C. Santagata, 32 - 81100 Caserta
Telefax: 0823 327794 e-mail: info@lphcaserta.org
Codice fiscale: 93008820610
Iscrizione Registro Regione Campania APS D.D. 248/2012